Una nicchia sopra un altare per padre Puglisi no, ma patrimonio di tutti!!!!

Lascia un commento

4 novembre 2013 di Pino Martinez

Il PM del processo per l’omicidio di padre Puglisi Lorenzo Matassa racconta che all’ospedale Bucchieri La Ferla nella stanza dove era adagiato in una lettiga il corpo del sacerdote appena ucciso si presenta il Cardinale Pappalardo che si rivolge a lui con queste parole: “Le volevo dire che la comunità cattolica di Palermo vuole il suo martire….” ; il magistrato: “Scusi non ho capito…..”. Rimasi allibito. Ma come? Di fronte ad un magistrato e a un medico legale che stanno svolgendo le indagini il capo della Chiesa palermitana si preoccupava del rito?:…….Voleva il martire e non la verità?

Io sin dall’inizio ho avuto la percezione che la diocesi di Palermo volesse il suo martire per trasformarlo in un santino. Non sono un anticlericale, anzi sono cattolico però ho il torto di avere vissuto in prima persona questi eventi. Ho guardato bene negli occhi la mafia ed essa ha guardato me, ma alle spalle e al buio. Nonostante ciò rischio, come già è successo, di sentirmi accusare, insieme ad altri amici miei, di vantarmi di essere stato con padre Puglisi e di parlare a sproposito, dimenticando che senza volerlo mi sono trovato ad essere un testimone privilegiato e che il ricordo di quelle tragedie ha lasciato angosce e foto non cancellabili nella mente di coloro che hanno condiviso l’opera di riscatto di Brancaccio. Il bigotto, che arriva al punto di non avere rispetto per quelle persone in cui padre Puglisi aveva riposto la sua fiducia, ogni tanto sale sul pulpito pronto ad offendere perchè mantenendosi allineato e coperto si sente a posto con la propria coscienza cattolica o peggio ancora gradito ai vertici della diocesi.

Nella mia vita sono stato un uomo libero e non voglio essere ipocrita e bigotto. Credermi, fate un po’ voi, ma sarebbe sufficiente approfondire, conoscere davvero la storia di Brancaccio e le persone che ne hanno fatto parte, prima di giudicarle in malo modo come qualcuno ha fatto e sicuramente continuerà a fare. Ma per fortuna sono molto di più quelli che ho incontrato nelle varie occasioni che mi sono capitate per ricordare padre Puglisi e sono rimaste affascinate dal mio modo di rappresentarlo, una rappresentazione fatta di vita vissuta là dove emergevano persone pronte in modo assolutamente gratuito a donarsi e sporcarsi le mani in mezzo al degrado sociale con la forza di volontà.  Padre Puglisi ha vissuto in mezzo la gente di qualsiasi credo religioso, politico e ceto sociale e con la gente di Brancaccio ha condiviso azioni per migliorare le condizioni sociali di un territorio dominato dal sistema politico-mafioso. Il parroco di San Gaetano Beato in una nicchia non ci vuole stare. E’ in mezzo alla gente che vuole rimanere ed il cardinale, i vescovi e i sacerdoti, ma anche le figure istituzionali, non devono provare remore o vergogna di raccontare di un sacerdote che non si è sentito parte solo della sua chiesa diocesana ma anche di una società civile da risvegliare, di lottare con questa gente e di sentirsi uno di loro come dimostrano i tanti documenti esistenti. Un prete patrimonio di tutti. Padre Puglisi posto in una nicchia è inimitabile e irraggiungibile, una scusa per i mediocri e i vigliacchi, uno strumento per chi lo vuole a proprio uso e consumo per farne oggetto di marketing, come sta avvenendo in questi giorni, e di pulizia d’immagine di soggetti impresentabili soprattutto nelle ricorrenze a volte create ad arte.

 01/11/2013                                                                              Pino Martinez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: