Pubblicazione testo “Un martire dell’Amore” per le vie di Brancaccio con don Puglisi.

Lascia un commento

6 settembre 2016 di Pino Martinez

Il testo in formato e-book Un martire dell’Amore per le vie di Brancaccio con don Puglisi gratuitamente scaricabile da internet  è il racconto dell’esperienza di onesti cittadini che per le vie di Brancaccio hanno conosciuto e lavorato insieme a Padre Puglisi per un unico obbiettivo: riscattare un quartiere dal potere politico-mafioso e da quella cultura ormai radicata che da generazioni ha costretto il contesto sociale a vivere nella più assoluta mancanza di quella dignità che ci proviene da chi ci ha creato.
Gli occhi che hanno avuto il privilegio, in qualità di testimoni diretti, di mettere a fuoco questa storia sono quelli di un gruppo di cittadini che sempre sono stati vicini a padre Puglisi e mai lo hanno abbandonato sino all’ultimo giorno di sua vita. Sono gli occhi dei cittadini del Comitato Intercondominiale.
Fatti inediti sono contenuti nel testo e tanti sono i riferimenti documentali che dimostrano la veridicità di quanto raccontato affrontando argomenti che riguardano anche il dopo padre Puglisi. Ovviamente vi sono delle valutazioni personali delle quali lo scrittore è fermamente convinto, ma sono valutazioni supportate dalla condizione di averle vissute in prima persona e sulla propria pelle.
L’invito è di condividere con i vostri amici attraverso i social e divulgarne la pubblicazione del testo.

Buona lettura.
Pino Martinez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: