Un patrimonio di esperienze / 1

Lascia un commento

15 dicembre 2018 di Pino Martinez

www.padrepuglisi.it/Un%20Martire%20dell’amore.pdf

L'immagine può contenere: 4 persone
“Ogni cuore ha i suoi tempi, che neppure noi riusciamo a comprendere. Lui bussa e sta alla porta. Quando il cuore è pronto si aprirà.” (cit. padre Puglisi)

Lo so, raccontare un aneddoto quando non ci sono testimoni che lo possono confermare è possibile e lecito che molti non credano. Per provare a farmi credere io non posso fare altro, se racconto un fatto in cui mi vede solo di fronte a padre Puglisi, che giurare davanti la Bibbia, come un tempo si faceva nei Tribunali quando si era chiamati a testimoniare. Ricordo che io e padre Puglisi eravamo nella sua macchina a parlare dei progetti e delle iniziative per il riscatto del territorio e delle coscienze della gente di Brancaccio oppressa dalla mafia. Ad un certo punto Padre Puglisi mi disse: “Pino, sarei contento se io fossi il tuo padre spirituale”. Nessuno mi aveva mai chiesto una cosa simile e mi sentii felice e subito gli risposi di sì. Con Lui accanto, sin dal primo momento trovai un amico fraterno con il quale ogni giorno di più sentivo questo sentimento diventare sempre più forte. Si, arrivando al punto che ognuno di noi era disposto a sacrificare la vita per l’altro. Io: “padre Puglisi insieme stiamo facendo cose belle per aiutare i bambini e il quartiere e se mi ammazzano non me ne frega niente”. Padre Puglisi: “Pino, tu hai moglie e figli, mentre io non ho moglie e figli e da adesso tu ti devi mettere da parte, sarò io ad espormi d’ora in avanti”. Nonostante mi avesse detto ciò io e i miei amici non ci siamo messi da parte, sino all’ultimo giorno della sua vita gli siamo stati accanto. Ricordo quando confidai ad un cardinale la tenerezza con cui il mio parroco mi rivolse la sua domanda: “Pino, sarei contento se io fossi il tuo padre spirituale”. Mi fu risposto, quasi come se si trattasse di una fredda equazione matematica e non di un cuore che aspettava le parole chiavi per essere pronto verso una strada condivisa, che non era possibile perché la richiesta non parte dal sacerdote ma dal credente. Spiegato perché padre Puglisi è entrato nei cuori di chi lo ha conosciuto da vicino.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: