Le dinastie della mafia

Lascia un commento

21 luglio 2019 di Pino Martinez

Vittoria: arrestato Saro Greco. Ha travolto due cuginetti sulla porta di casa: un morto e uno gravissimo

Tanta spudoratezza, gli atteggiamenti di chi si sente padrone del mondo, l’arroganza che si legge nei loro volti, questo è il modo di vivere che traspare e tracciato dai padri e dagli adulti di riferimento appartenenti all’ambiente mafioso. Una concezione mafiosa della vita che rende vuota di valori la loro vita. Colpire la mafia considerandola come gruppo composto da dinastie nel senso peggiore del termine, perché possa servire da esempio nei confronti anche di semplici malacarne. Pertanto, anche se qualcuno continuerà a dire che le colpe dei padri non è giusto che le piangono i figli, ritengo che bisogna trovare il modo per colpire severamente l’intero nucleo familiare mafioso proprio perché tale, per costringere, indurre alcuni appartenenti al clan mafioso a denunciare e a prenderne le distanze. Qualcuno potrebbe farlo specie se c’è qualche vera mamma pronta a sacrificarsi per il proprio figlio per non condannarlo ad un futuro fatto di sofferenze, galera e morte. Altrimenti le dinastie mafiose non saranno debellate. Colpire le dinastie mafiose di spicco aiuterebbe a colpire anche la microcriminalità e i semplici malacarne. Esempio: la dinastia mafiosa dei Graviano del quartiere Brancaccio di Palermo. Questa famiglia di spicco con addosso i più atroci delitti di mafia e stragi della storia d’Italia ha i fratelli terribili Giuseppe e Filippo sotto 41 bis e gli altri fratelli come Nunzia e Benedetto liberi nonostante siano stati in carcere per motivi, ovviamente, di mafia. I figli dei due fratelli sotto 41 bis ormai maggiorenni non hanno preso le distanze dai congiunti e nulla lascia presagire che lo facciano. Questi figli da Giuseppe e Filippo Graviano (fatto grave) sono stati concepiti in carcere dopo l’arresto avvenuto nel 1994. Secondo voi perché: per garantire la continuità della dinastia mafiosa dei Graviano. Naturalmente anche altre famiglie mafiose di spicco hanno i loro eredi ormai divenuti perversi criminali. Quindi, dinastie mafiose che incrancreniscono la nostra società senza consentirle di crescere e facendola vivere nella paura. Mafia che con i suoi tentacoli è arrivata a favorire e al controllo delle altre mafie che vengono da altre parti del mondo per lo spaccio della droga, il favoreggiamento alla prostituzione ed altro, come venuto fuori grazie agli organi di informazione anche in questi ultimi giorni. Ma noi paura non dobbiamo averne e con una NUOVA CULTURA SOCIALE di contrasto più efficiente e coerente e con l”aiuto delle Istituzioni possiamo farcela.
Pino Martinez.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: